RESPONSABILE SCIENTIFICO Roberto Giovagnoli

Concorsi

CONCORSO 10 POSTI DI PROCURATORE DELLO STATO

Primi bilanci dopo le prove scritte del concorso

 

Si sono appena concluse le prove scritte del concorso per Procuratore dello Stato ed è già il tempo per un primo bilancio.

 

Il concorso per Procuratore dello Stato è tradizionalmente uno dei più complessi e selettivi, anche in considerazione della quantità e della complessità delle materie oggetto delle prove scritte (diritto e procedura civile, diritto e procedura penale, diritto e giustizia amministrativa).

Prepararsi al concorso (non solo come candidato ma anche come docente di un corso dedicato), è impresa molto impegnativa.  La quantità delle materie e il poco tempo a disposizione, impongono una selezione rigorosa e puntuale degli argomenti da approfondire, in assenza della quale ogni sforzo rischia di essere vano.

 

Ci fa, allora, piacere constatare che anche quest’anno, nell’ambito dei corsi JUSforYou, sono stati specificamente trattati molti degli argomenti oggetto, per ciascuna delle tre materie, delle tracce estratte e non estratte.

 

Molto proficuo si è rilevato, innanzitutto, il corso “Rush finale - Procuratore dello Stato”, nell’ambito del quale:

A) è stata esaminata diffusamente la questione centrale della traccia di diritto e procedura civile (credito pecuniario, liquidità e competenza territoriale) con riferimenti specifici alla sentenza delle Sezioni Unite 13 settembre 2016, n. 17989 (il cui testo è stato inserito nella relativa dispensa);

 

B) è stato trattato esaustivamente l’argomento oggetto della traccia (non estratta) di penale e procedura penale sulla costituzione di parte civile, con specifico riferimento alle tre questioni chieste dalla traccia (e anche in questo caso la dispensa conteneva tutte le sentenze di riferimento);

 

C) è stata segnalata come questione ad elevata probabilità concorsuale la questione oggetto della traccia (non estratta) di amministrativo sul ricorso straordinario al Capo dello Stato (e la relativa dispensa conteneva tutta la giurisprudenza di riferimento);

 

D) è stata trattata la questione della chiamata in garanzia in sede processuale, utile per la risoluzione della traccia non estratta di civile e procedura civile.   

  

Nel corso della lezione di giustizia amministrativa (corso Procuratore dello Stato) del 29 settembre 2016 (mattina) è stata, inoltre, esaminata la questione centrale della traccia estratta di amministrativo sulla funzione nomofilattica dell’Adunanza plenaria e sulla parziale vincolatività per la Sezione del principio di diritto che essa ha affermato, con riferimento alla giurisprudenza comunitaria e nazionale che ha attenuato il vincolo previsto dall’art. 99, comma 3, c.p.a.

 

Sempre nel corso della lezione del 29 settembre 2016 pomeriggio (giustizia amministrativa, corso Procuratore dello Stato) è stato trattato l’argomento della tutela del terzo nel processo amministrativo, utile per affrontare l’altra traccia non estratta di amministrativo.

 

Infine, la traccia (non estratta) di penale e procedura penale sull’art. 131-bis c.p. è stata, a sua volta, ampiamente trattata nell’ambito del corso ordinario per magistratura (lezione romana del 22 novembre 2016).

 

Roberto Giovagnoli, febbraio 2017